Altre attività

Parco
della lettura
di Morgex

 
 
 

Attività per tutti

 

Oltre a impegnative gite escursionistiche, il Comune di Morgex offre diversi percorsi pianeggianti, posti a quote diverse, che consentono a tutti di svolgere piacevoli e rilassanti passeggiate: Morgex è pertanto la meta ideale per famiglie con bambini piccoli, ma anche per persone anziane e disabili.
Il Comune di Morgex offre inoltre numerose opportunità di visita e svago per le famiglie. Ne segnaliamo di seguito alcune, insieme a sei passeggiate alla portata di tutti, invitandovi a tornare a Morgex in ogni stagione, per scoprire un paese fedele alle proprie tradizioni e orientato pertanto verso un turismo sostenibile, inclusivo e accessibile, attento all’ambiente.

 

Percorso a piedi nudi
(barefooting) e zona sportiva

 
 

In corrispondenza dell’ingresso Ovest del Parco della Lettura ci sono un’area verde attrezzata con tavoli e panche per un pic-nic in famiglia e la vasta zona sportiva di Morgex, con un campo da calcio, uno spazio riservato agli sport popolari valdostani e la pista di barefooting (dall’inglese barefoot: scalzo).
Si tratta di un percorso a libero accesso di circa 600 m che dà la possibilità di sperimentare una camminata sensoriale su diversi tipi di terreno (erba, muschio, sabbia, acqua, fango, ghiaia, foglie, fieno, …).
Camminare scalzi fa bene alla salute (la camminata a piedi nudi produce un piacevole massaggio plantare, rinforza la muscolatura delle gambe e favorisce la circolazione sanguigna) e allo spirito: il contatto con il suolo e con gli elementi della natura induce una salutare distensione e per i bambini è un’attività molto divertente!
Il percorso è dotato di una serie di postazioni interattive che amplificano l’esperienza sensoriale e permettono di affinare non solo il tatto, ma anche l’olfatto e l’udito.
Il tipo di tracciato, particolari accorgimenti tecnici e la predisposizione di alcuni cartelli in alfabeto Braille fanno sì che anche le persone non vedenti o ipovedenti possano vivere questa esperienza e provare il percorso.
Il percorso è stato realizzato, nell’ambito del progetto “Autour du Mont Blanc”, che rientra nel Piano Integrato Transfrontaliero Espace Mont-Blanc nel quadro del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2007-2013.

 
 

Tour de l’Archet
e biblio-museo del fumetto

 
 

Sul limitare del Parco della Lettura sorgono, a pochi passi l’uno dall’altro, due edifici dalla storia millenaria e di grande pregio architettonico: la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, fra le più antiche della Valle d’Aosta, e il castello di Morgex, la Tour de l’Archet (sec. X).
Il castello, progressivamente costituitosi intorno all’imponente torre centrale, ha ospitato periodicamente i Conti di Savoia e, dalla fine dell’Ottocento, le scuole, la latteria e il forno consortili. Riaperto nel 2010, è ora sede dell’ufficio informazioni di Morgex e della Fondazione Natalino Sapegno, con la sua preziosa biblioteca letteraria e il Biblio-Museo del Fumetto.
Il Biblio-Museo del Fumetto Demetrio Mafrica è nato grazie alla donazione, nel 2005, di una preziosa collezione di albi e di volumi che consente di seguire la nascita e l’evoluzione del fumetto, in particolar modo italiano, e che è considerata una delle più ricche di questo genere in Italia. L’importanza della Collezione, raccolta da Demetrio Mafrica con metodo e rigore storico oltre che di appassionato, non risiede tuttavia solo nella sua estensione (oltre 30.000 albi), ma anche nella sua sistematicità e nella completezza che caratterizzano le sue collane.
Il Biblio-Museo è stato allestito dalla Fondazione Natalino Sapegno per far conoscere il ricchissimo e variegato universo fumettistico. Un percorso cronologico guida il visitatore e l’utente all’interno della Collezione Mafrica: aperto agli appassionati e ai neofiti, esso consente un primo avvicinamento a un linguaggio tipicamente novecentesco, ma anche vari approfondimenti su protagonisti, autori e temi, grazie anche a pannelli esplicativi e punti multimediali. E naturalmente grazie ai numerosissimi albi a fumetti da leggere e guardare, adatti all’età e al gusto di ogni visitatore.

 
 

Biblioteca regionale
comprensoriale di Morgex

 
 

Dal Parco della Lettura si raggiunge anche, con una breve passeggiata attraverso il centro di Morgex, la Biblioteca Regionale Comprensoriale, attiva dal 1976.
La Biblioteca ha un patrimonio di oltre 21.000 volumi (libri, audiolibri, video) organizzato in diverse sale a scaffale aperto: sezione ragazzi, sezione adulti e Fondo valdostano, sezione consultazione (in cui è possibile accedere ad internet).
Particolarmente ricca la sezione ragazzi, con numerosi libri dedicati ai bambini di età compresa fra 0 e 6 anni. La Biblioteca di Morgex aderisce infatti al progetto locale “Nati per leggere”, che incentiva la lettura ad alta voce in famiglia sin dai primi mesi di vita. Per favorire la frequentazione della Biblioteca sin da piccoli, è stato allestito un Baby Pit Stop UNICEF, un angolo protetto e dedicato alle mamme che possono allattarvi il loro bambino e cambiargli il pannolino.
La Biblioteca fa parte Sistema Bibliotecario Valdostano: il catalogo è consultabile online sul sito https://biblio.regione.vda.it/, che consente agli utenti iscritti al SBV di accedere a un’area riservata, scaricare libri in formato digitale tramite MLOL e fare prenotazioni. In Biblioteca è presente una postazione di autoprestito e di restituzione automatica.
La Biblioteca organizza corsi musicali, laboratori per adulti e bambini, presentazioni libri, attività per le scuole, mostre, letture animate, che spesso si svolgono nel Parco giochi comunale, sul quale si affaccia la sede della Biblioteca.

 
 

Parchi-gioco

 
 

Il Comune di Morgex offre ai suoi abitanti e ai turisti due grandi parchi-gioco.
Il primo si trova nel capoluogo, vicino alla Biblioteca, alle scuole e al poliambulatorio (in cui è presente il consultorio pediatrico). Diversi i giochi a disposizione dei bambini: i più avventurosi possono percorrere un lungo tratto appesi a una carrucola, arrampicarsi su una piramide in corda o salire su una nave pirata. Per i più piccoli ci sono le classiche altalene, il gioco della settimana, gli scivoli. Sono presenti una fontanella e delle panchine, oltre ai servizi igienici pubblici.
Il secondo parco-giochi si trova in Frazione La Ruine, nella “pineta”, un’ampia area verde attrezzata, le cui conifere offrono una piacevole ombra nei mesi più caldi. Sono stati recentemente rinnovati i giochi e il punto di ristorazione.

 
 

Arpy: snow park
e pista di fondo

 
 

Il comprensorio di Arpy, situato a 1700 m di quota e a 8,5 km da Morgex, lungo la strada verso il Colle San Carlo, offre agli appassionati dello sci di fondo l’opportunità di sciare in un ambiente naturale unico, tra prati e foreste di conifere. La pista, adatta anche ai principianti, si snoda su un percorso di circa 8 km con vari anelli di diverse lunghezze e difficoltà. Per i più piccoli è stato realizzato un baby ski-park, un percorso attrezzato che permette ai piccoli fondisti di imparare a sciare divertendosi.
Oltre alla pista di sci il comprensorio dispone di un percorso pedonale per trekking e ciaspole di circa 2 km per le passeggiate sulla neve. Il percorso pedonale consente di andare alla scoperta delle tracce degli animali con l’aiuto di una serie di pannelli didattici collocati lungo il tracciato.
Per le famiglie è allestito uno piccolo snow park, un parco giochi invernale attrezzato con gommoni, slitte, castello gonfiabile, scivoli e sedie a sdraio.
D’estate il vallone di Arpy offre la possibilità di fare belle passeggiate alla scoperta della storia mineraria e della natura di questo piccolo “angolo di paradiso”; in particolare, attraverso i boschi è possibile raggiungere il lago di Arpy, uno specchio d’acqua d’origine glaciale inserito in uno dei contesti alpini più belli della Valle d’Aosta.

 
 

Percorsi famiglia

 
 

Ecco sei facili e piacevoli passeggiate alla portata di tutti nei dintorni di Morgex, che abbiamo individuato sul territorio comunale pensando in particolare alle famiglie con bambini piccoli (nel marsupio, nello zaino o sul passeggino).
Per favorire l'organizzazione della gita, abbiamo predisposto per ciascuna passeggiata un video che ne presenta le caratteristiche, la pendenza, gli elementi di possibile difficoltà per le persone con disabilità motoria e le famiglie con passeggino.

Pautex-Marais (anello)

Il percorso si snoda lungo la pista ciclopedonale di Morgex, che parte da Frazione Pautex e costeggia la Dora. Dopo circa 1,3 km è possibile rientrare verso il Pautex attraverso una pista poderale sterrata, facilmente percorribile, passando accanto a una fattoria privata con diversi animali.

Pautex-Marais

Il percorso si snoda lungo la pista ciclopedonale di Morgex, che parte da Frazione Pautex e, costeggiando la Dora, arriva sino alla Riserva Naturale Marais di Morgex-La Salle, una zona umida in cui è possibile avvistare nelle stagioni migratorie, in primavera e in autunno, diverse specie di uccelli acquatici. Il bosco igrofilo è infatti formato da ontani bianchi e da canneti che rappresentano un luogo di riparo ideale per uccelli, anfibi e insetti.

Tzanta Merla

Il sentiero di Tzanta Merla si caratterizza per la presenza di numerose sculture in legno realizzate da due artisti locali. Lungo il percorso, che si snoda fra Morgex e La Salle, si incontrano gnomi, funghi, buffi personaggi e animali: per i bambini è proprio una passeggiata nella fantasia!

Vigneti

Il percorso si snoda fra i vigneti che producono il vino più alto d'Europa e consente di ammirare lo splendido vigneto “La Plagne”, la sola testimonianza nella Valdigne di un “clos”, ossia di un vigneto circondato da muri, tipico della tradizione borgognona, recentemente ristrutturato dal Comune di Morgex nell’ambito del progetto “Route des vignobles Alpins”.

Arpy

Percorso ad anello nel bel pianoro di Arpy, lungo il quale sono presenti pannelli illustrativi sulle miniere sfruttate fra la fine degli anni Venti e la metà degli anni Sessanta. Il percorso, a tratti nel bosco, alterna tratti pianeggianti ad alcuni tratti più ripidi.

Belvedere di Arpy (Tête d'Arpy)

Percorso pressoché pianeggiante ed immerso in uno splendido bosco, che consente di raggiungere facilmente il Belvedere sulla Tête d’Arpy, dove si può godere di una vista sul Monte Bianco eccezionale!

Lago d'Arpy

Facile passeggiata che, alternando zone ombreggiate nel bosco di abeti e larici ad altre più soleggiate, conduce alla splendida conca in cui è incastonato il Lago d'Arpy, nelle cui acque cristalline si riflette la catena del Monte Bianco offrendo uno spettacolo mozzafiato. Attenzione! il fondo del sentiero presenta tratti sconnessi e sassosi.