Il libro del momento

Parco
della lettura
di Morgex

 
 
 

Il libro del momento

 

Il Parco della Lettura si rinnova periodicamente nei contenuti grazie all’adozione di un “libro-guida” sempre diverso: ogni semestre scegliamo un capolavoro della letteratura per ragazzi, che fornisce parole e spunti per tutte le attività di gioco nel Parco e sul sito web.

Per la seconda parte del 2021 vi proponiamo di invadere (pacificamente, si intende!) la Sicilia insieme con gli orsi di Dino Buzzati!



“La famosa invasione degli orsi in Sicilia”

Dino Buzzati - 1945

 

«Dunque ascoltiamo senza batter ciglia / la famosa invasione degli orsi in Sicilia»: così incomincia lo straordinario viaggio di un gruppo di orsi che, guidati dal loro re, Leonzio, abbandonano stremati le gelide montagne in cui vivono per trovare riparo nelle terre del Granduca di Sicilia. Li attendono rocambolesche avventure e incontri sorprendenti, che non cessano di stupire e divertire il lettore di ogni età: il feroce Gatto Mammone, i cinghiali di Molfetta, il professor De Ambrosiis, gli spettri di Rocca Demona e molti altri ancora. La frequentazione degli esseri umani cambierà radicalmente le abitudini degli orsi, ma il loro coraggioso re saprà guidarli ancora una volta sulla giusta strada…
La famosa invasione degli orsi in Sicilia è una fiaba senza tempo, scritta e disegnata per gioco da Dino Buzzati per intrattenere le nipotine, che è diventata un classico della narrativa per ragazzi. Nel libro non sono soltanto testo e immagine ad alternarsi, ma anche prosa e poesia (tecnicamente si parla di “prosimetro”).
La storia è apparsa per la prima volta a puntate sul “Corrierino dei Piccoli”, fra il gennaio e l’aprile 1945, quando la rivista cessò le pubblicazioni dopo la Liberazione; raccolta in volume alla fine di quell’anno, venne riedita nel 1958 con alcune interessanti varianti.

Intorno al libro

Suggerimento
Dopo aver letto il libro, vi invitiamo a vedere il lungometraggio realizzato da < b>Lorenzo Mattotti a partire dalla fiaba di Buzzati: Mattotti, che ha lavorato a questo progetto dal 2009 al 2019, nelle vesti di sceneggiatore, disegnatore e regista, inserendo anche nuovi personaggi nel racconto, ha raccontato:
«vorrei che questo film trasmettesse ai bambini il piacere di “immaginarsi”: vorrei che la storia raccontata da Buzzati e Mattotti li aiutasse a immaginare un altro mondo, diverso da quello rappresentato nei film d’animazione stranieri […], film che hanno colonizzato la nostra fantasia con scenari anonimi e bambini dagli occhioni grandi, tutti uguali. Attraverso questa favola, e il modo in cui l’abbiamo raccontata, mi piacerebbe invece poter dire a tutti gli spettatori: “Lasciate libera la fantasia, immagine quello che volete, ‘come’ volete! Anche una bambina con tre occhi o con i puntini neri”. Ognuno di noi ha bisogno del proprio immaginario, perché ci dà forza, ci arricchisce, fa emergere la nostra personalità su quella degli altri. Ci fa vivere. Se tutti avessimo il medesimo immaginario non esisteremmo più»

A scuola
In classe il testo di Buzzati si presta benissimo per una lettura ad alta voce, che alterni la “declamazione” dei versi al racconto in prosa. E perché non affidare i ruoli dei tanti personaggi a ogni allievo della classe?
Gli amanti di Buzzati potranno trovare ne Il segreto del Bosco Vecchio un altro libro in grado di nutrire la loro fantasia. Presentazione del libro
Per scoprire il libro del momento, ecco una breve presentazione accompagnata anche dalla versione in LIS (lingua italiana dei segni)
Età di lettura
Abbiamo letto questo libro con gli allievi della quinta classe (scuola primaria), proponendo loro anche una riscrittura del testo atta alla sua trasposizione teatrale: un’altra idea per un bel progetto scolastico corale, visto che nel libro i “protagonisti” sono numerosi!